Scegliere la macchina fotografica

Qual’è la fotocamera giusta per me? Modelli, prezzo, utilizzo.

Quale macchina fotografica mi consigli ? Qual’è il modello migliore ? Sono le domande che il fotografo riceve più spesso, di solito in abbinate a una sbirciatina alla marca della fotocamera che ha al collo. Oggi tutte le fotocamere digitali producono immagini di alta qualità, compatte incluse e quindi le uniche varianti potrebbero essere l’aspetto estetico e il prezzo. Tralasciamo l’estetica e iniziamo dal prezzo, non ci allarghiamo troppo: rimaniamo in una fascia di prezzo accettabile, intorno ai 250,00-300,00 euro al massimo.
Le tipologie di fotocamere in commercio sono tre: le compatte, le bridge (fotocamere “ponte”, ponte perchè stanno a metà come caratteristiche tra le compatte e le reflex) e le reflex.
Vediamo in cosa vi riconoscete, dopo sarà facile scegliere!

LE COMPATTE

Cosa mi piace
E’ tascabile, pesa poco, potete portarla sempre con voi e quindi non perderete uno scatto.
Ha tanti programmi automatici, per ogni tipo di scena: paesaggio, ritratto, sport, notturno etc. in pratica fa tutto lei, voi dovete solo fare click
Ha un obiettivo di tipo zoom che va dalla focale grandangolo, utile per monumenti, gruppi, panorami alla focale teleobiettivo per i soggetti più lontani.
Ha un prezzo ragionevole, escludiamo le compatte di fascia alta oltre i 350 euro
Limiti della compatta
E’ compatta, lo dice il nome: e quindi ha tutto in piccolo, pulsantini minuscoli, ghiere sottili, monitor di dimensioni ridotte. Può essere difficoltoso modificare o scegliere impostazioni particolari, specialmente se avete fretta.
Il ritardo nello scatto, significa che dopo aver fatto click ci sarà un breve intervallo prima che la foto venga realmente scattata, se amate le istantanee può essere un problema.
La qualità del file (il file è l’immagine in digitale) è perfetta per la visione delle foto a monitor e buona per stampe fino al formato 20×30 cm. Se amate i poster dovete scegliere compatte nella fascia di prezzo intorno ai 500 euro

LE BRIDGE

Cosa mi piace
Le dimensioni ridotte, non è più tascabile come la compatta ma è ancora sufficientemente piccola e leggera da stare in borsa.
L’obiettivo zoom tuttofare con una grande  estensione da grandangolo a tele, significa che ha un grandangolo più esteso di quello della compatta (quindi possiamo fotografare agevolmente monumenti ancora più grandi) fino a un tele più tele della compatta (quindi possiamo fotografare bene soggetti ancora più lontani).
La velocità dello scatto, la registrazione dell’immagine è praticamente istantanea al click sul pulsante di scatto.
Alcune bridge permettono lo scatto motorizzato, non velocissimo (1 o 1,5 scatti al secondo) ma comunque utile se vi piacciono le istantanee.
Pulsanti, ghiere più comodi; il monitor è più grande.
Programmi automatici e qualità delle foto come le compatte, in più la qualità del file è sufficiente per un bel poster.
Limiti della bridge
Costano quasi come una reflex entry-level (amatoriale) e sono solo un poco più piccole, a questo punto se dovete girare con una borsa probabilmente tanto vale acquistare la reflex. La bridge ha però un vantaggio: un obiettivo zoom tuttofare, con un obiettivo solo per coprire tutte le situazioni, con la reflex dovete acquistare uno zoom analogo non proprio economico.

LE REFLEX

In questo articolo vediamo le reflex entry-level (amatoriali) non consideriamo l’acquisto delle reflex professionali: costose, pesanti, ingombranti.
Cosa mi piace
L’usabilità: pulsanti grandi, ghiere grandi, monitor grande. E una reflex sta bene in mano.
La possibilità di cambiare l’obiettivo (compatte e bridge hanno l’obiettivo fisso), generalmente con la fotocamera trovate in kit (in abbinamento) un piccolo zoom che parte da un buon grandangolo fino a un piccolo tele.
La velocità dello scatto: click e la foto è subito registrata.
Lo scatto in sequenza, di solito fino a quasi tre scatti al secondo.
Programmi automatici e qualità delle foto come le compatte e le bridge, con in più un’ alta qualità del file indispensabile per poster di grandi dimensioni.
Limiti della reflex
Le dimensioni e il peso, dovete girare con una borsa fotografica.
Lo zoom in kit è limitato rispetto a quello delle bridge o di alcune compatte.
Le batterie, compatte e bridge generalmente funzionano anche con le pile stilo le reflex no, quindi se scaricate la batteria e non ne avete una di riserva o peggio non avete in borsa il carica-batterie… scordatevi le foto della vacanza!

CONSIGLI PRATICI
Se possibile acquistate una fotocamera che funzioni anche con le pile a stilo, qualcuno che vende pile a stilo lo trovate anche in mezzo al deserto.
Comperate subito una seconda scheda di memoria/memory card

Vuoi saperne di più ?
Fai un salto in PHOTO RING Gruppo Fotografico

Questo articolo è stato pubblicato in Miscellanea da lab121coworking . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su lab121coworking

L’Associazione di promozione sociale lab121 è collaborazione professionale e coworking: un laboratorio di idee ad Alessandria (15121). lab121 facilita il coworking, crea uno spazio per professionisti, imprese, enti profit e no-profit, all’interno del quale implementare idee, condividere progetti e competenze per generare lavoro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...