Alessandria tra Università e Coworking

Finalmente una buona notizia per la città di Alessandria! Sugli strilloni delle edicole possiamo leggere “Si apre il dialogo tra l’Università e il coworking: protagonisti i giovani e il lavoro”. Inizia un breve viaggio nel mondo del lavoro e del coworking orientato a fornire informazioni e supporto alle nuove generazioni di lavoratori e professionisti.

Le esperienze di Università e coworking si sviluppano in diversi continenti, dall’University of North Carolina che durante l’estate utilizza le aule vuote per lavorare in modalità coworking, alla University San Bernardino Palm Desert campus in California che offre uno spazio stabile a studenti e freelancer; fino al arrivare alla stimolante realtà di Helsinky con la creazione del Aalto Venture Garage.

La realtà di coworking Aalto Venture Garage è particolarmente frizzante, offre sia uno spazio di lavoro che un luogo dove sviluppare startup. L’attività più dinamica e interessante di avvio d’impresa è la Startup Sauna, ovvero si individuano le startup più promettenti tra le città del Baltico e si mixano insieme per un programma di rapido sviluppo e avvio di impresa.

L’associazione no-profit lab121 e l’Università sono in partnership a favore degli studenti per offrire loro nuove prospettive per lavorare e trovare lavoro.

Venerdì 13 gennaio presso l’Università del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro” di Alessandria si terrà il primo incontro con i laureandi presso Palazzo Borsalino di via Cavour, 34 (AL).

L’incontro intende presentare agli studenti strumenti di lavoro utili ed attuali per svolgere la propria professione. Il modello di business classico e fordista  non trova una corrispondenza sufficiente nella realtà tanto da rispondere  alla ricerca di occupazione giovanile. La più significativa fetta di mercato che può accogliere i giovani inoltre, non sempre permette loro di mettere in campo le competenze e abilità acquisite durante il percorso di studi e talvolta èla Mansione del posto di lavoro stesso che chiede ai giovani di accantonare i loro desideri di realizzazione professionale.

Mico e Alberto del Consiglio Direttivo di lab121 illustreranno ai giovani studenti come è possibile trovare lavoro, lavorare e essere soddisfatti della propria attività scegliendo una modalità diversa: il coworking.
In breve il coworking permette di essere inseriti in una comunità multi-professionale, apprendere da altri esperti e collaborare con loro a progetti di lavoro (vs. metodo classico di invio di numerosi curriculum vitae); avviare i propri progetti e attività contenendo i costi di avviamento utilizzando strumenti di lavoro condivisi (vs. metodo classico di acquisto materiale, strumenti e affitto vincolato 6 anni + 6); conoscere persone con competenze diverse dalle proprie e aperte alla collaborazione per realizzare insieme startup, collaborazioni professionali, idee di business profit e no-profit (vs. metodo classico di lavoratore dipendete o autonomo che utilizza la casa come un ufficio).

Alla presentazione del 13 gennaio seguirà un incontro pratico per dare subito un tangibile assaggio di cosa significa lavorare in modalità coworking. Giovedì 19 gennaio la sede dell’associazione lab121 di via Verona, 17 (AL) resterà aperta per gli studenti dalle 9 alle 20 per una giornata gratuita di coworking. Sarà un’ottima occasione per entrare nel vivo del lavoro perché il 19.01 è anche la giornata mondiale della Jelly week dedicata all’Europa.
Gli studenti, i laureati e i professionisti sono invitati a portare il loro computer e ciò che serve loro per lavorare e farlo in un centro di coworking. Per la giornata, chi lo desidera può partecipare alla jelly week e lavorare con i centri di coworking e i professionisti di tutto il mondo. Nel particolare i gruppi di lavoro che si costituiranno presso lab121 saranno orientati al programma di discussione italiano, ovvero: cosa significa coworking – redazione del Manifesto, scambi di mobilità internazionale tra le persone che frequentano i centri di coworking, realizzazione del nuovo logo della jelly.

L’ultimo incontro con gli studenti avverrà il 27 gennaio dalle ore 10 alle 12 presso il centro di coworking lab121 con un informale “Aperitivo con il Direttore”.

Ospite dell’incontro Filippo Savio, HR Manager di Valeo, gruppo internazionale francese e nota azienda dell’alessandrino per la produzione di componenti auto di alta gamma (es. Ferrari, Maserati). Il Direttore, attraverso modalità di scambio interattivo, permetterà agli studenti di apprendere nuovi approcci al lavoro, orientati al modello della qualità e a incisivi metodi di miglioramento continuo (es. Metodo Kaizen).
L’incontro sarà l’occasione per presentare le opportunità di stage della Valeo per le aree di finanza, qualità, logistica, industrializzazione. Grazie alla vision orientata ai giovani e al futuro di Valeo e del suo Direttore Filippo Savio, gli inserimenti in stage prevedono una successiva segnalazione dei profili ad Head Hunter di prestigio e un rimborso spese per il periodo del training.

Per informazioni: info@lab121.org

Questo articolo è stato pubblicato in Miscellanea da lab121coworking . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su lab121coworking

L’Associazione di promozione sociale lab121 è collaborazione professionale e coworking: un laboratorio di idee ad Alessandria (15121). lab121 facilita il coworking, crea uno spazio per professionisti, imprese, enti profit e no-profit, all’interno del quale implementare idee, condividere progetti e competenze per generare lavoro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...