Arduino User Group Summer School

AUGA (Arduino User Group Alessandria) propone a partire dal 12 luglio alle ore 18, una Summer School su Arduino.

Gli incontri e i temi saranno decisi il 12 luglio, tenendo in considerazione le richieste e la disponibilità dei partecipanti.

A condurre gli incontri Emanuele Lomello, docente di Arduino a NABA e IED di Milano, già ospite presso lab121 durante un Aperitivo Creativo.

Il 12 luglio inoltre, sarà ospite Oscar Pastore di Progetto Radis che illustrerà la sua idea di sviluppare con Arduino un’applicazione per aiutare i malati di SLA.

Dai conferma di partecipazione a Luca Lusso lussoluca@gmail.com
La cena sarà autogestita.

lab121 coworking – via Verona, 17 Alessandria – info@lab121.org – www.lab121.org

Bio – Emanuele Lomello
Interaction designer dal 2007, fonda la propria formazione nel mondo delle arti performative, prima come attore, quindi come video scenografo e light designer. L’incontro con il mondo del digitale lo conduce ad ampliare il proprio orizzonte di ricerca e ad occuparsi della progettazione di mostre e musei indirizzando la sua attività verso la realizzazione di installazioni interattive. Collaboratore di N!03 e Todo, consulente per le tecnologie per enti pubblici e studi privati, affianca alla professione di sviluppatore hardware e software, l’attività di insegnamento presso NABA e IED Milano.

image

Nasce Arduino User Group ad Alessandria. AUGA !

Arduino User Group Alessandria, raccoglie un un gruppo di inguaribili smanettoni, curiosi di scoprire cosa stia dentro le cose, come funzionino e in quale modo si possano migliorare oggetti esistenti o realizzarne di nuovi in casa.

 

Arduino è l’ingrediente speciale che rende possibile tutto questo: si tratta di un microcontrollore programmabile che permette di personalizzare la parte elettronica dei progetti di “miglioramento” o creazione di nuovi oggetti. Due sono gli aspetti che rendono Arduino interessante: la relativa semplicità della sua configurazione e il fatto che sia l’hardware che il software siano rilasciati come open source, dunque disponibili alla comunità degli sviluppatori. Tradotto in parole povere: se vi viene in mente di fare qualcosa è molto probabile che qualcuno abbia fatto qualcosa di molto simile prima di voi, per cui potrete scaricare da internet sia gli schemi elettrici che il software e limitarvi ad apportare minime modifiche.

 

La prima creazione del gruppo è stata #Banduino una music box, che ha permesso al pubblico di interagire con il gruppo musicale della Bandarotta Fraudolenta durante il concerto per il loro quindicesimo compleanno. Premendo uno dei tre pulsanti presenti sulla scatola, partiva un assolo di uno degli strumenti del gruppo, non necessariamente a tempo, non necessariamente al momento giusto, ma questo era lo scopo, portare scompiglio e improvvisazione, e un extra di divertimento, nella festa di compleanno.

banduinoPer saperne di più, partecipa al prossimo incontro il 22 giugno alle 17.00 presso il centro di coworking lab121 di via Verona, 17 Alessandria.

Per comunicare la tua presenza scrivi a LUCA lussoluca@gmail.com

Per info su lab121 scrivi a info@lab121.org

Aperitivo con Emanuele Lomello, docente di Arduino

Il gruppo degli sviluppatori in Php di Alessandria (Pug), in vista del workshop di due giorni di Arduino, invitano a lab121, Emanuele Lomello, docente di Arduino a NABA e IED di Milano.

Occasione unica per avvicinarsi al mondo dei Makers, appassionati digitali che praticano la personal fabrication.

Emanuele ci racconterà quali sono le potenzialità della piattaforma Arduino e per cosa può essere utilizzata, nel particolare approfondiremo casi reali nei settori dell’arte digitale e dell’interaction design.

Appuntamento venerdì 3 maggio alle 19 presso il centro di coworking lab121.

Per info pugalessandria@gmail.com

Arduino
E’ una piattaforma open source che permette la prototipazione rapida e l’apprendimento veloce dei principi fondamentali dell’elettronica e della programmazione. A livello hardware Arduino si basa su un circuito stampato che integra un microcontroller connesso ad una serie di porte alle quali è possibile collegare sensori e attuatori.
Il linguaggio di programmazione utilizzato per far funzionare la scheda di chiama Wiring ed è derivato dal C; per la stesura del software viene utilizzato un ambiente di sviluppo integrato multipiattaforma.

Ideato dal team di Massimo Banzi all’Interaction Design Institute di Ivrea, Arduino è uno dei primi progetti di Open Hardware che sia mai stato realizzato: tutte le informazioni necessarie per costruirlo o modificarlo sono liberamente disponibili in Rete partendo dal sito arduino.cc.

Bio – Emanuele Lomello
Interaction designer dal 2007, fonda la propria formazione nel mondo delle arti performative, prima come attore, quindi come video scenografo e light designer. L’incontro con il mondo del digitale lo conduce ad ampliare il proprio orizzonte di ricerca e ad occuparsi della progettazione di mostre e musei indirizzando la sua attività verso la realizzazione di installazioni interattive. Collaboratore di N!03 e Todo, consulente per le tecnologie per enti pubblici e studi privati, affianca alla professione di sviluppatore hardware e software, l’attività di insegnamento presso NABA e IED Milano.

image

Per condividere l’incontro, ecco la locandina!

fb_oc_30513

lab121 collaborazioni professionali
via Verona. 17 – Alessandria
http://www.lab121.orginfo@lab121.org

La personal fabrication

personal-fabrication-logoLa cultura di massa non stimola la curiosità nel comprendere come sono fatti e funzionano gli oggetti, come ripararli o crearne altri, mentre nei momenti di difficoltà economica l’inventiva, la voglia di indagare e di “metterci le mani” rappresentano una delle vie per andare oltre la crisi.

L’idea di “personal fabrication” si inserisce in pieno in questo contesto. Il successo che stà avendo il progetto Arduino a livello mondiale ci porta a pensare che l’informatica di massa abbia fatto un passo avanti spostandosi dal mondo dei bit a quello degli atomi; imparare ad usare un computer è diventato, col tempo, via via più semplice e alla portata di tutti, così è e sarà sempre di più anche con l’elettronica.

E se l’intersezione del mondo digitale con quello reale diventa sempre più concreta, se oltre al software vogliamo collaborare anche sull’hardware, allora la Rete non basta più. Si può progettare una nuova idea prendendo spunto o collaborando con persone sparse per il mondo ma prima o poi arriverà il momento di dover realizzare qualcosa di reale.

Da questa esigenza concreta nasce l’idea del FabLab, laboratorio di Fabbricazione Digitale dove le esperienze e le capacità di tutti sono messe a disposizione di tutti. Il FabLab è un luogo fisico, aperto al pubblico, dove chiunque può avere accesso alle attrezzature e ai macchinari necessari per realizzare da sé i propri progetti. Stampanti 3D, macchine a taglio laser, microcontroller ma anche macchine da cucire, cacciaviti e banchi da lavoro sono gli strumenti che si possono trovare, condividere, imparare (o insegnare) ad usare.

La “digital fabrication” è quindi il processo attraverso cui è possibile creare oggetti solidi e tridimensionali partendo da disegni digitali, disegni che sempre più spesso vengono creati e condivisi in Rete seguendo i modelli già consolidati del movimento Open Source. Chiunque lavori nel campo del design, dell’architettura, della moda può trovare in un FabLab il luogo ideale dove sperimentare e produrre i propri prototipi.

L’impatto sul territorio e sull’innovazione che è possibile aspettarsi può essere misurato sia in termini di innovazione pura, sia come aumento del “capitale umano” e delle competenze presenti nel territorio. Un FabLab alessandrino aprirebbe le porte alla creazione di una rete di persone interessate ai temi dell’autoproduzione e del coworking.

Il workshop su Arduino del 1 e 2 giugno 2013 in Alessandria vuole essere il primo passo verso la creazione di un FabLab in città; sarà ospitato dalla Casa di Quartiere e promosso dal centro di coworking Lab121, luoghi simbolo dell’importanza delle reti tra persone e dello scambio della conoscenza e della competenza.

Il costo di 199€ + IVA può sembrare alto, ma comprende un kit di sviluppo completo di tutte le componenti necessarie per creare decine di progetti diversi oltre a 16 ore di formazione con i docenti di Officine Arduino; i requisiti richiesti sono un computer portatile e una minima conoscenza su come usarlo, tutto il resto verrà insegnato da zero.

Luca Lusso
@lussoluca

Workshop Base di Arduino – 1 e 2 giugno a lab121

Il 31 maggio dalle 19 alle 21, docenti Arduino presenteranno il modello sul quale si fonda Arduino, i makers e l’idea di FabLab. Sarà inoltre un assaggio del workshop che avrà inizio il 1 giugno.

Per iscriversi al Workshop: Store Arduino: http://bit.ly/ArduinoTour_Alessandria_Store

Il Workshop è già confermato!

IL WORKSHOP 1/2 GIUGNO

DI COSA SI TRATTA
Il workshop organizzato da Officine Arduino in collaborazione con lab121, consiste in 16 ore di docenza con il team di Officine Arduino + Arduino Starter Kit.
Il fine del workshop é dare una esaustiva panoramica degli impieghi di Arduino e permettere ai partecipanti di realizzare un piccolo progetto alla fine della due giorni. Il partecipante lascerà il corso con una serie di strumenti per orientarsi in una crescente e variegata quantità di materiale rilasciata online.
Officine aduino

CHI PUO’ PARTECIPARE
Smanettoni, docenti, curiosi, hobbisti, hackers, e chiunque voglia approfondire questo tipo di tecnologia. Nessuna precedente conscenza di programmazione o di elettronica sono richieste.

ORGANIZZAZIONE
Il workshop é organizzato da Officine Arduino in collaborazione con lab121, associazione di coworking multiprofessionale.

COSA PORTARE CON TE
Un computer portatile. Se vuoi smanettare su un particolare dispositivo o rifiuto elettronico tipo lettori/masterizzatori CD/DVD players, VHS, telecomanti, stampanti ti consigliamo di portarli tu.

PROGRAMMA

PRIMO GIORNO – INTRODUZIONE:

  • Presentazione dei docenti
  • Introduzione ad Arduino
  • Le schede Arduino sul mercato
  • l’IDE di Arduino
  • Le basi di programmazione
  • Blink – il tuo primo programma Arduino
  • Variabili sul Blink
  • PWM: Cos’é e cosa ti permette di fare
  • pausa

PRIMO GIORNO – L’ALFABETO DI ARDUINO:

  • Esempi di Input Digitali. Condizioni logiche (if(), while(), …)
  • Input Analogici. Esempi: luce e temperatura.
  • Mappare sensori ed attuatori

DAY 2 – RIEPILOGO:

  • re-vamp of DAY 1
  • Controllare carichi più grandi: MOSFET.
  • Smoothing: tecniche di filtraggio dei sensori
  • Come può comunicare Arduino: la comunicazione seriale
  • Realizza il tuo progetto: cosa vuoi fare?
  • Pausa
  • Realizza il tuo progetto!

DOCENTE
Davide Gomba

DATE e ISCRIZIONE
1e 2 giugno 2013 dalle 10 alle 18 – Ritrovo a lab121 via verona, 17 – Alessandria
Per informazioni: Info@lab121.org
Per iscrizioni Store Arduino: http://bit.ly/ArduinoTour_Alessandria_Store

QUOTA
Abbiamo fatto di tutto per tenere il costo del workshop basso, 199 Eur. + IVA + kit incluso.

ARTICOLO sul Blog Arduino.

Per condividere l’incontro, ecco la locandina!

fb_jf_310513

 lab121 collaborazioni professionali
via Verona. 17 – Alessandria
http://www.lab121.orginfo@lab121.org